fbpx

Attenzione all’abuso di farmaci

Questa volta è il caso del Domperidone, nome del principio attivo di vari farmaci, in questo articolo ne parla anche altroconsumo specificando alcuni nomi dei prodotti in questione.

Il punto è che alcuni farmaci vengono utilizzati con troppa leggerezza e per sintomi tutto sommato non gravi.

Il domperidone, veniva usato per problemi di cattiva digestione come bruciore o gonfiore di stomaco adesso l’Agenzia Europea dei Medicinali ha precisato che il domperidone potrà essere ancora usato per i sintomi per cui è nato, cioè nausea e vomito, ma non sarà più autorizzato per trattare altre condizioni.

Il problema in questo caso è che un medicinale che andrebbe assunto in casi di nausea e vomito, che per fortuna nella maggior parte delle persone sono eventi sporadici, veniva assunto per condizioni di cattiva digestione che in alcune persone sono condizioni croniche.

Cattive abitudini alimentari danno problemi di cattiva digestione che molti curavano con una pillola, questa situazione, mascherando i problemi, dava vita ad una doppia abitudine sbagliata e nociva per a salute e cioè il perseverare nelle abitudini alimentari sbagliate ed esagerare nell’uso di farmaci, perché se le abitudini non cambiano i problemi di digestione rimangono e si va avanti con l’uso del farmaco, a volte anche per anni.

Si finisce poi con il demonizzare alcuni farmaci che in realtà demonizzati non vanno affatto, perché il domperidone è un validissimo procinetico ma solo nei casi e nei dosaggi giusti, come specifica anche l’Agenzia Europea dei Medicinali.

Ci sono diversi prodotti naturali che servono proprio per il gonfiore o il bruciore di stomaco.

Per problemi di digestione bisogna prima di tutto rivolgersi ad un medico e se proprio si vuole assumere qualcosa per stare negli ci si può rivolgere alla natura, perché come diceva Paracelso: “tutti i prati e i pascoli, tutte le montagne e le colline sono farmacie”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.