fbpx
Paracelsus

Contattaci

email : info@paracelsus.it

Reflusso Gastroesofageo

23 Gennaio, 2019

La malattia da reflusso gastrico causa principalmente bruciore di stomaco. Ciò accade perché gli acidi dello stomaco risalgono lungo l’esofago arrivando a volte fino alla gola. Ciò causa una serie molto lunga di fastidi e danni alla salute. Bruciore di stomaco, rigurgiti, esofagite, bruciore alla gola, tosse, dolori al petto e talvolta anche alla schiena, sono solo alcuni dei sintomi causati da questo disturbo.

VerywellHealth.com ha pubblicato una robusta e definitiva guida sull’argomento reflusso, verificata da medici certificati, e ha contattato Paracelsus.it perché li aiutassimo a divulgarla sensibilizzando i nostri utenti sull’argomento.

 

VerywellHealth.com è una pluripremiata risorsa online che divulga informazioni sanitarie affidabili, comprensibili e aggiornate sugli argomenti medici più importanti con un approccio umano sul tema salute e benessere.

Verywell Health è in Inglese, paracelsus.it rende disponibili in Italiano i contenuti salienti della guida.

La recensione completa in lingua inglese la trovate a questo indirizzo:

https://www.verywellhealth.com/gastroesophageal-reflux-disease-overview-4013146

Una panoramica della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD)

Sintomi

Il sintomo principale di GERD (acronimo per GastroEsophageal Reflux Disease) è il bruciore di stomaco, una sensazione di bruciore situata sotto lo sterno, che spesso si irradia verso la gola. Non tutti quelli che soffrono di GERD hanno bruciori di stomaco. Il rigurgito è una delle manifestazioni più gravi della malattia in cui l’acido dello stomaco raggiunge la parte posteriore della gola, producendo un sapore aspro e acido. Questi sintomi possono talvolta essere accompagnati da nausea. Bruciore di stomaco e rigurgito si accentuano subito dopo un pasto e possono peggiorare se si è distesi o piegati.

Sintomi comuni

  • Rigurgiti acidi
  • Dolore al petto o all’addome
  • Raucedine
  • Difficoltà di deglutizione
  • Tosse secca persistente
  • Alitosi
  • Respiro affannoso
  • Nausea o vomito
  • Risvegli nel sonno

 

Diagnosi

Rivolgiti ad un medico se sospetti di soffrire di reflusso, solo un medico potrà diagnosticare la malattia.

Cause

Normalmente, il reflusso è impedito dallo sfintere esofageo inferiore, il cardias, situato tra l’esofago e lo stomaco. Il più delle volte, il cardias si contrae per formare una barriera tra lo stomaco e l’esofago. Il cardias si rilassa quando si deglutisce per permettere al cibo di passare nello stomaco.

Nella maggior parte dei casi di reflusso il cardias si rilassa brevemente anche quando non dovrebbe, consentendo così un breve intervallo di tempo in cui il contenuto dello stomaco può entrare nell’esofago. Non è chiaro il motivo per cui così tante persone sviluppano frequenti e transitori rilassamenti del cardias.

Meno frequentemente il cardias può diventare cronicamente flaccido permettendo al reflusso di manifestarsi quasi in qualsiasi momento. Il lavoro del cardias può essere ridotto (incoraggiando il reflusso) dalla distensione gastrica (quando lo stomaco è pieno), dal fumo, da numerosi farmaci, da alcol, caffeina e da diversi tipi di alimenti, specialmente dai grassi e dal cioccolato.

Altri fattori che possono contribuire al reflusso includono l’ernia iatale, il sovrappeso o l’obesità e la gravidanza.

Trattamento

Se soffri di GERD, la buona notizia è che adottando cambiamenti di stile di vita appropriati è probabile che sarai in grado di controllarne i sintomi.

Se ti è stata diagnosticata una malattia da reflusso gastroesofageo, il trattamento potrebbe includere cambiamenti nello stile di vita, rimedi casalinghi, farmaci da banco, farmaci su prescrizione, interventi chirurgici o una combinazione di questi rimedi, a seconda della gravità del disturbo.

Supponendo che tu non abbia alcuna complicanza o problema, il medico probabilmente ti consiglierà di provare alcune semplici soluzioni prima di intervenire più radicalmente.

Stile di vita

rimedi reflusso

Potresti essere in grado di controllare il reflusso o almeno ridurlo al minimo adottando alcuni cambiamenti nello stile di vita.

  • Se fumi, prova a smettere.
  • Se sei in sovrappeso cerca di dimagrire almeno un po’, a volte anche 3 o 5kg fanno la differenza.
  • Non mangiare cibi che causano bruciore di stomaco. Ad esempio: cioccolato, agrumi, pomodori e prodotti a base di pomodoro, senape, aceto, prodotti alla menta, cibi piccanti, cibi altamente conditi, fritti, grassi.
  • Evita o almeno ridurre al minimo le bevande contenenti caffeina (caffè, tè, coca cola).
  • Evita o riduci al minimo l’alcol.
  • Non fare pasti abbondanti. Cerca di mangiare più volte la giorno.
  • Mangia lentamente e mastica bene.
  • Attendi almeno tre ore dopo l’ultimo pasto prima di stenderti o di coricarti.
  • Dormi con la testa e le spalle appoggiate su di un cuscino a cuneo.
  • Indossare abiti larghi e comodi. È necessario evitare qualsiasi oppressione intorno alla vita e allo stomaco.
  • Cerca di sederti in posizione eretta, con la schiena dritta.

 

Rimedi casalinghi

Bicarbonato di sodio
È possibile utilizzare il bicarbonato di sodio come antiacido naturale per aiutare a regolare l’acido nello stomaco e darvi un po ‘di sollievo dal bruciore di stomaco. Prova a sciogliere 1/2 cucchiaino in mezzo bicchiere d’acqua e sorseggiala lentamente.

Prima di usare il bicarbonato di sodio per il reflusso parlane con il tuo medico, perché potrebbe interferire con i tuoi farmaci e affaticare i reni.

Attenzione. Questa, eventualmente, è solo una soluzione a breve termine, l’uso a lungo termine (o consumarne più della quantità raccomandata) può effettivamente peggiorare il reflusso.

Aceto di mele
È importante sottolineare che non ci sono studi clinici che supportano l’utilizzo di aceto di mele come rimedio per il reflusso ma sono in molti ad usarlo. I sostenitori dell’aceto di mele come rimedio teorizzano che il bruciore di stomaco si verifica perché non c’è abbastanza acido gastrico, l’assunzione di aceto di mele aumenta l’acidità dello stomaco permettendo allo stomaco di digerire il cibo in modo appropriato diminuendo il bruciore di stomaco.

Se avete intenzione di usarlo prestate attenzione. L’assunzione di aceto di mele non diluito può irritare la bocca e l’esofago in quanto è molto acido. L’aceto di mele non diluito può anche erodere lo smalto dei denti. Per questi motivi è consigliabile diluirlo con acqua aggiungendo da 1 a 3 cucchiaini di aceto in una tazza d’acqua.

Inoltre l’aceto può interagire con altri farmaci che stai assumendo allo stesso tempo e invece di alleviare il bruciore di stomaco, l’aceto potrebbe effettivamente peggiorare la situazione. Se stai pensando di utilizzare l’aceto di mele come trattamento per il bruciore di stomaco, è importante che parli prima con il medico.

Farmaci

Molti dei farmaci usati per il bruciore di stomaco sono disponibili senza ricetta o dietro prescrizione medica. Anche se i farmaci sono gli stessi, i farmaci senza obbligo di prescrizione sono disponibili a un dosaggio ridotto. Se i cambiamenti dello stile di vita non portano miglioramenti il medico ti potrà raccomandare farmaci da banco. Ogni farmaco funziona in modo diverso e potrebbe essere necessaria una combinazione di essi. Assicurati di parlare con il medico prima di assumere uno qualsiasi di questi farmaci.

Antiacidi

Sono solitamente i primi farmaci raccomandati per alleviare il bruciore di stomaco e altri sintomi lievi. Neutralizzano l’acido dello stomaco. Gli effetti collaterali includono stitichezza o diarrea.

H2 antagonisti

Gli antagonisti dei recettori H2 riducono la produzione di acido gastrico, in questo modo il contenuto dello stomaco risulta meno dannoso quando risale nell’esofago. I bloccanti H2 iniziano a funzionare nell’arco di un’ora, la loro efficacia persiste fino a 12 ore.

Inibitori di pompa protonica

Agiscono inibendo la produzione di acido. Sono più potenti e più efficaci dei bloccanti H2, tuttavia, tendono a causare più effetti indesiderati, per questo motivo molti medici prescriveranno prima un bloccante H2.

Prendersi cura di chi ci è vicino

Se ti stai prendendo cura di qualcuno affetto da questo disturbo, devi sapere che ci sono modi in cui puoi aiutare la persona amata a gestire i suoi sintomi a casa. Puoi parlarle e aiutarla a evitare i cibi che possono innescare bruciore di stomaco, incoraggiarla a indossare abiti larghi, farle usare i farmaci necessari, incoraggiarla a fare esercizio fisico e mantenere la testa sollevata di notte.

Una suggerimento da Verywell

Il reflusso è un disturbo gastrointestinale comune che in genere è abbastanza lieve ma può causare gravi complicazioni se non viene trattato. Se hai qualche sintomo e sospetti di soffrire di reflusso gastroesofageo dovresti parlarne con il tuo medico per assicurarti di avere una corretta diagnosi e per seguire il giusto trattamento che eliminerà il problema prima che peggiori. Fortunatamente, con adeguate modifiche dello stile di vita e le medicine disponibili oggi, la maggior parte delle persone con questo disturbo può essere curata con successo prima che il fastidioso problema diventi pericoloso.

Speriamo che questa guida ti posa essere di aiuto, se hai dimestichezza con l’inglese ti suggeriamo di visitare il sito VeryWellHealth.com è davvero utile, semplice da utilizzare e completamente rivolto in modo pratico ed umano al paziente.

Se hai bisogno di aiuto ti suggeriamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, se non ne hai uno ti suggeriamo di trovarlo al più presto. Paracelsus.it può esserti di aiuto con i suoi prodotti per la salute o con la sua pagina dimagrante se stai cercando di perdere peso.