Tutti sanno come dimagrire (ma nessuno ci riesce)!

10 maggio, 2018

Decalogo per tornare (e restare) in forma

Ognuno si sente in dovere di dire la sua su come dimagrire, esistono inoltre una miriade di informazioni tra cui molte troppo complicate, vedi calcolo delle calorie o esercizi ginnici complicati.

Come se non bastasse le informazioni false si sprecano. Tutto ciò provoca una confusione tale che non è semplice da gestire.


Filtrando razionalmente tutte queste informazioni siamo riusciti con cognizione di causa a estrarne poche e semplici ma sufficienti per raggiungere lo scopo.


Queste non sono “regole” ma obiettivi, una volta che li avremo raggiunti tutti saremo già magri!


  1. L’alimentazione è nutrimento non piacere.

    Questa è la prima realtà da assumere, digerire e assimilare. La parola stessa “alimento” si riferisce ad una sostanza che “alimenta”. Così come la benzina “alimenta” le nostre auto così la nostra alimentazione deve alimentare noi. Una alimentazione sbagliata debilita invece di alimentare, le conseguenze sono disastrose, stanchezza, grasso e fame!. Tutti conosciamo gli alimenti che realmente nutrono, scegliamo quelli, in abbondanza. Il cibo “godereccio” e per i giorni di festa e le e per le celebrazioni.

  2. Attenzione alla frutta!

    La frutta è nutrimento ma è ricca di zucchero quindi non bisogna mai esagerare. Prediligere le verdure ancora meglio se crude come finocchi, carote, sedano etc…

  3. Attività fisica

    Le scuse sono sempre troppe! Attività fisica non significa fare ore e ore a settimana di palestra piscina o aerobica, basta camminare, fare le scale, passeggiare. Qualsiasi sia il luogo da raggiungere bisogna sempre valutare se conviene arrivarci in auto o se è possibile farlo a piedi, se le distanze sono brevi evitiamo qualsiasi i mezzo. Ci si può aiutare con le mappe di Google basta inserire il punto di partenza e la destinazione, Google Maps ci indicherà la distanza ed il tempo di percorrenza anche a piedi. Anche le scale fanno molto bene quindi evitiamo gli ascensori.

  4. Non alimentare la fame

    Resistere al senso di fame è frustrante e controproducente, la fame aumenterà, alla fine cederemo ed esagereremo perché avremo troppa fame! La fame va tenuta a bada, appena si presenta! un po’ di frutta e verdure crude in abbondanza saranno i nostri alleati preferiti.

  5. Integrare la dieta

    Informiamoci e ricerchiamo continuamente prodotti, integratori e alimenti salutari. Il nostro organismo è una macchina assai complessa, ha bisogno di tantissimi elementi per funzionare bene. Se la dieta è molto varia allora riusciremo ad assimilare tutti gli elementi necessari. Ciò è fondamentale perché se alla nostra dieta mancano gli elementi essenziali allora il nostro fisico ci avviserà con il senso di fame. Gli integratori alimentari aiuta molto, ne esistono anche alcuni mirati per il dimagrimento, come Anadepis, che contiene piante officinali e tantissimi elementi essenziali. Indispensabili anche integratori naturali completissimi come ad esempio la Spirulina che dà una enorme carica di energia perché contiene tantissimi elementi tra cui molti essenziali e proprio per questo calma la fame. Considerare anche che gli integratori buoni costano meno di un euro al giorno e sono un investimento a lungo termine perché una alimentazione sbagliata costa molto di più!

  6. Masticare

    La digestione inizia in bocca. Ricordate? La masticazione è molto sottovalutata ma è un processo importantissimo dai risvolti inaspettati. Tendiamo a pensare che solo i bambini vadano nutriti con gli omogeneizzati ma è sbagliato, anche noi  dobbiamo assumere cibi omogeneizzati. Infatti anche se non ce ne rendiamo conto noi l’omogeneizzatore lo abbiamo in bocca e dovremmo ricordarci di usarlo! I motivi per cui bisogna masticare sono diversi. Masticare a lungo aumenta il senso di sazietà, consente inoltre alla saliva di fare il suo lavoro facendo arrivare il cibo nello stomaco preparato a dovere. La saliva infatti contiene enzimi che servono proprio per questo motivo. Se non mastichiamo a dovere il cibo arriverà nello stomaco in pezzi e faremo fatica a digerirlo, aumenterà l’acidità e il cibo non sarà digerito a dovere, quindi neanche sarà assorbito a dovere. Non masticando bene non ci nutriamo a dovere aumentando in questo modo il senso di fame.

  7. Obiettivi

    Come abbiamo già detto gli obiettivi devono essere questi nell’elenco, non bisogna fare obiettivi sulla bilancia. Il vero obiettivo deve essere quello di imparare ad alimentarsi in modo corretto perché il sovrappeso è causato da una alimentazione sbagliata.

  8. Bere

    L’idratazione è indispensabile. Oltre ad idratare, l’acqua, trascina via dall’organismo le scorie in eccesso che ci appesantiscono e che rallentano il metabolismo.

  9. Porzioni

    Molti specialisti si raccomandano di mangiare spesso proprio per evitare pasti troppo abbondanti che sono dannosi per la salute. Una digestione troppo lunga affatica l’organismo debilitandolo, generando nel breve periodo quindi più fame che sazietà.

  10. Attenzione a ciò che si mangia*

    Prima di mangiare qualsiasi cosa andiamo a leggere bene cosa contiene e cerchiamo di evitare troppi grassi, zuccheri e sostanze misteriose indicate da lettere e numeri. Bisogna mangiare cibi quanto più semplici possibile.

*Attenzione all’ultimo punto!

Non ce ne rendiamo conto ma siamo capaci di mangiare ad occhi chiusi qualsiasi prodotto alimentare dei grandi marchi, dentro potrebbe esserci qualsiasi cosa e a noi sta bene!. Ci fidiamo ciecamente ma sbagliamo. Inutile fare nomi, ognuno ha i suoi marchi preferiti, nessuno ci pensa due volte prima mangiare pane,  biscotti, salse e maionesi, merendine e quant’altro dei grandi marchi. È incredibile però quante sostanze nocive contengano, alcune addirittura mascherate negli ingredienti con sigle e numeri. Naturalmente contengono quasi sempre anche grandi quantità di di sale, grassi e zuccheri. La legge da questo punto di vista ci aiuta obbligando i produttori a scrivere in etichetta ogni singolo ingrediente di qualsiasi prodotto. Non vengono riportate le effettive quantità però gli ingredienti vanno indicati in ordine a partire dal più abbondante fino ad arrivare all’ultimo ingrediente che sarebbe il meno abbondante. Di solito l’olio è il terzo o quarto ingrediente, il che sembrerebbe indicare che non ci sia molto olio, ma avete mai provato a lasciare un biscotto su un tovagliolo di carta assorbente per una notte?  Provate e vedrete quanto olio contiene!


Questi 10 punti sembrano tutti facili e in realtà lo sono davvero! Il problema sarà metterli in pratica. Sarà difficile rimettere i biscotti sullo scaffale del supermercato dopo averne letto la composizione, altrettanto lo sarà fare le scale a piedi e recarsi a piedi in quanti più luoghi possibile. Le scuse saranno tante: non ho tempo, la prossima volta, oggi sono stanco .. Sarà difficile anche riflettere su ogni boccone che facciamo per masticarlo a dovere.

Pensiamo però all’obiettivo finale che non è solo il raggiungimento della linea ma è molto di più. Una alimentazione corretta fornisce una esplosione di energia fisica e mentale che ti cambierà la vita.

Allora memorizziamo bene questi punti e facciamo di tutto per metterli in pratica e forse riusciremo a comprendere il vero significato del pensiero di Ippocrate ..

Fa’ che il cibo sia la tua medicina

PER DOMANDE SUI PRODOTTI RISPONDE IL DOTTOR ACHILLE MILANO

 

USA LA LINGUETTA VERDE IN BASSO A DESTRA PER CONTATTARCI TRAMITE WHATSAPP OPPURE TROVI TUTTI I RECAPITI QUI SOTTO

 

Prodotti
Commenti recenti